LA NOSTRA STORIA

Isabelle, Patricia et Janine Stanlowa

Il concorso di danza internazionale « Le Chausson d’Or » è stato creato nel 1987 da Janine Stanlowa in collaborazione con le sue figlie Isabelle e Patricia.

Eccitato dalla passione di queste tre donne, Nicolas Sarkozy, sindaco di la città di Neuilly-sur-Seine, apre le porte del suo teatro. Questa prima sfida, il concorso trova il suo ritmo e diventa un evento annuale nel mondo della danza classica.
Grazie alla sua rigorosa direzione artistica e alla serietà della sua organizzazione, è ora riconosciuto in tutto il mondo.
Il concorso ha celebrato la sua trentesima edizione nel 2017.

Costantemente promuovendo i giovani talenti e adattandosi all'evoluzione della danza, Isabelle e Patricia Stanlowa decidono di offrire una nuova dimensione al concorso. La 31a edizione sarà installata per 4 giorni in uno dei più prestigiosi teatri parigini : La Salle Pleyel.

Isabelle, Patricia et Janine Stanlowa

JANINE STANLOWA – Fondatore del concorso

Janine Stanlowa è nata a Parigi da genitori di origine slava e è cresciuta con le sue quattro sorelle in una famiglia felice. Prende lezioni alla Scuola di Studi Coreografici dove si diploma come insegnante di danza classica con il Prix d'Excellence. Janine crea la sua prima scuola di danza nel 1974 a Neuilly-Sur-Seine e scrive i suoi primi libri dedicati ai bambini: « Patricia nel regno della danza » e « Isabelle e danza ». Nel 1984, la scuola di danza ingrandisce, installa La Salle Pleyel a Parigi e diventa l’Institut International de Danse Janine Stanlowa. Accompagnata dalle sue due figlie, Isabelle e Patricia, Janine si circonda di una squadra di insegnanti e pianisti di alto livello. Lo stesso anno, aprì un negozio a Parigi e progettò una linea di tutù e accessori. Nel 1986, ha nuovamente innovato creando l’Ecole du Ballet, un corso di studi sportivi destinato alla formazione di ballerini professionisti. Il Jeune Ballet de Paris è nato pochi anni dopo per preparare questi giovani ballerini sul palcoscenico. Sempre entusiasta, ha creato nel 1987 il concorso internazionale di danza Chausson d'Or, considerato oggi come una delle competizioni più famose nel mondo della danza classica. Quando ha creato il Diploma di Stato di insegnante di danza nel 1992 dal Ministero della Cultura, ha aperto la sua scuola al Diploma di Stato di insegnante di danza. Autorizzata dal Ministero della Cultura, la scuola degli insegnanti ha, finora, formato molti insegnanti, presidi e direttori scolastici. Nel 1993, la città di Neuilly-sur-Seine gli chiese di istituire, in diverse scuole pubbliche, corsi di insegnamento nella danza classica. Per onorare la sua creatività e il suo lavoro di pedagogo per i bambini, il Ministero della Cultura, rappresentato da Philippe Douste-Blazy, lo ha portato al grado di « Cavaliere dell'Ordine delle Arti e delle Lettere » il 30 maggio 1996.

Con il volgere del millennio, crea con il marito, ardente difensore della danza classica, la rivista "Dance Light". La passione per la danza, Janine Stanlowa, ha lavorato tutta la sua vita per quest'arte. Fino alla sua morte nel 2004, non ha mai smesso di insegnare, creare, scrivere e vivere con energia straordinaria.

Tra i tanti tributi, il mondo della danza, rappresentato da Brigitte Lefèvre, allora direttore dell Opéra National de Paris, ha voluto salutare il lavoro di una grande donna. Janine Stanlowa, personalità essenziale della danza classica, era infinitamente creativa : una scuola di danza, un negozio di la danza, un corso di studio di danza, un concorso di danza, corsi di formazione e una rivista sono i frutti dei suoi anni di passione. Ha trasmesso la sua forza creativa alle sue due figlie, che continuano il suo lavoro oggi.

PATRICIA STANLOWA – Direttore artistico ed esecutivo

Patricia ha iniziato a ballare all'età di 6 anni e dopo uno stage presso la scuola di danza dell'Opéra National de Paris, è entrata a far parte del programma di studi sportivi della scuola di sua madre Janine Stanlowa. Solista nella compagnia di balletto dei bambini sin dalla sua creazione, ha iniziato una carriera come ballerina classica ottenendo un diploma statale di insegnante di danza. Molto rapidamente, interrompe la sua carriera di ballerina professionista per dedicarsi alla sua vera vocazione: la pedagogia. È una vera passione che condivide con sua madre. È totalmente coinvolta nella vita della scuola e nello sviluppo di progetti educativi e artistici guidati da Janine Stanlowa. Insieme gestiscono l'Institut Stanlowa e creano un vero vivaio di talenti negli studi al terzo piano della Salle Pleyel. Il successo professionale degli studenti dell'Institut Stanlowa in tutti questi anni è il grande orgoglio di Patricia, che lavora con discrezione alla qualità di un insegnamento esigente in un'atmosfera calda e benevola. Per lei, ogni studente è importante, e lei li conosce tutti. Abbiamo la fedeltà ancorato al corpo tra gli Stanlowa! Anche il gusto del bello ...

Nel 2005, la scuola si espanse e si trasferì a 129 Bd Haussmann ancora nell'8 circoscrizione di Parigi. In questo bellissimo spazio su più livelli, Patricia, con passione e determinazione, dirige e applica le regole della danza classica circondate da una squadra di famosi maestri dell'Opéra National de Paris e delle maggiori compagni internazionali. Per lei, la danza in tutte le sue forme deve essere insegnata con la stessa qualità, amatoriale o professionale. Direttore esecutivo del concorso Le Chausson d'Or, porta la sua grande competenza nata da trent'anni al servizio della danza classica. Il suo senso dell'organizzazione e il suo pragmatismo artistico consentono oggi di dare una nuova ambizione a questo evento essenziale del mondo della danza.

ISABELLE STANLOWA – Direttore artistico ed esecutivo

Isabelle ha iniziato a ballare all'età di 4 anni nella classe di sua madre Janine Stanlowa, che l'ha introdotta al balletto classico e alla cultura plurale. All'inizio dipinge, disegna, cuce, crea, è appassionato di danza in tutte le sue espressioni. Accompagna sua madre nelle lezioni di danza che insegna, osserva attentamente i riti e si immerge in tutti i vocabolari di questa arte del movimento. Passa le sue giornate a ballare e le sue serate immagina balletti. La sua memoria visiva, la sua sensibilità musicale e la sua personalità gli permettono di nutrire un universo estetico molto personale. È durante il ritiro di un coreografo che Isabelle si alza ed esclama: "Posso sostituirlo". Quindi firma la sua prima coreografia. Ha 18 anni, la sua cattedra in mano, afferma le sue passioni (coreografia, messa in scena, luci) e le trasmette ai ballerini del Jeune Ballet de Paris che dirige oggi. Lei crea un ricco repertorio di oltre venti balletti. Dalle grandi creazioni classiche alle opere più intime, esplora la bellezza del corpo come scultore del gesto, evidenziando le peculiarità dei suoi artisti e plasmando opere uniche, coerenti e rispettose.

Per 30 anni, Isabelle condivide la sua passione con i giovani ballerini della Ecole du Ballet e Jeune Ballet de Paris. Li allena nella loro futura carriera professionale, fisicamente ed emotivamente. Collabora con compagnie internazionali come la Scala di Milano, il New York City Ballet, il Opéra National de Paris ... Tra le sue attività didattiche, i suoi impegni creativi e il suo investimento nello sviluppo della Maison Stanlowa, sta lavorando attivamente su nuove direzioni per le concorso Le Chausson d'Or. Attraverso questa competizione, le piace offrire a questi giovani talenti di tutto il mondo l'opportunità di accedere a nuovi corsi di formazione per rivelare il loro potenziale. Decide con sua sorella di dare un nuovo impulso a questo concorso.